All’interno di Singapore Changi, il Miglior aeroporto del mondo

Dall’altra parte del mondo si trova il fulcro dell’alta tecnologia del futuro, ed è un posto che non vorrete mai lasciare. Andrew Blackwell è atterrato a Singapore per quattro giorni di piscine, centri massaggi, birre sui tetti, pedicure fatta da pesci, e campi da alimenti internazionali degni di una stella Michelin.

Gesù, è tranquillo qui. Appena rilasciato dal ventre di un volo intercontinentale , arrivo finalmente all’aeroporto Changi di Singapore, e mi preparo per il familiare rombo sordo della zona di partenza: un paesaggio sonoro di eco dei passi e  televisori e ragliare annunci. Questa dovrebbe essere la normalità negli aeroporti da Sao Paulo a Minneapolis-St. Paul. Invece mi sento come se fossi inciampato in una biblioteca delle dimensioni di uno stadio.

la luce del giorno tropicale filtra attraverso una volta in vetro. Le carpe Koi  galleggiano beatamente in piccoli stagni. Le orchidee sono in fiore. L’intero spazio è così sereno che sto già cominciando a capire perché Changi è sempre primo nelle liste dei migliori aeroporti del mondo, perché il luogo è diventato una destinazione a sé: un hub suprema.

A destra della porta, i bambini-e alcuni adulti stanno giocando con carta e pastelli forniti dall’aeroporto  in una stazione di arti e artigianato. Il bagno-il bagno pubblico in aeroporto-è uno dei bagni più belli che abbia mai visto, con impianti moderni e piantagioni verdi lungo le finestre. Sulla mia strada per uscire dal bagno, vedo un touchscreen colorato con una fila di icone in basso. “Buon giorno”, si legge. “Si prega di votare il nostro bagno.” Tocco il volto felice per eccellente.
E così, per 17 dollari di Singapore, entro in una specie di spa privata con luci soffuse e una doccia che si apre come una nuvola di pioggia, tutto conferma l’ovvio concetto che una doccia calda è il miglior rimedio assoluto per un lungo volo. Perché non hanno questi deliziosi servizi negli Stati Uniti? La domanda stessa mi risponde. Basta provare a dire le parole “noleggio doccia” senza conati di vomito.

Changi, però, ruota attorno alla nozione che non sia necessario che gli aeroporti siano sporchi, claustrofobici e dannosi per l’anima. Sono qui per testare questa tesi radicale. Sono venuto a Singapore per le vacanze, e non ho intenzione di lasciare l’aeroporto per un solo minuto di esse.

Mentre da dove vengo io le idee sono un tantino diverse. Infrastrutture fatiscenti? Ce l’abbiamo. L’anno scorso, lo Skytrain del Miami International ha deragliato ed è finito sul tetto del Concourse D. Oltre a Fort Lauderdale, i membri dello staff si sono lamentati che le sedie a rotelle utilizzate per il trasporto passeggeri disabili sono contaminate di vomito, sangue e feci. I viaggiatori bloccati a Chicago O’Hare hanno subito durante una tormenta l’umiliazione aggiunta dei ratti che mangiavano i pop corn dei loro bambini . E a DFW, i federali hanno recentemente arrestato quattro dipendenti della compagnia aerea con l’accusa di contrabbando di eroina e metanfetamine. Questo è tutto in cima al cibo grasso, le code infinite, e l’estetica da carcere che siamo stati tutti condizionati ad accettare come semplicemente il modo in cui stanno le cose. C’è da meravigliarsi che Changi si presenti come una rivelazione?
Emergo dalla mia doccia ottimista circa la vita sulla terra, deposito la mia borsa al banco di deposito bagagli, e mi dirigo verso la Food Street, una delle corti dell’alimento celebri di Changi. Ogni tipo di cucina asiatica che io abbia mai potuto desiderare è qui: malese. Indiana. anatra arrosto. Costine di maiale. L’atmosfera è informale, ma ricevo argenteria invece che posate in plastica, e il caffè con latte condensato è il migliore schiaffo in faccia che ho avuto da tutta la settimana.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *